Salute

In palestra con il green pass dell’amico: multe a Milano

Arrivano le prime multe anche a Milano. Un ragazzo si è recato in palestra utilizzando il green pass di un amico. Sperava di farla franca ma ha avuto un brutta sorpresa. Il titolare della palestra infatti si è accorto che il nominativo di quel green pass corrispondeva ad un’altra persona.

L’uomo si ricordava perfettamente il cliente a cui apparteneva il green pass. Il nominativo non corrispondeva con il giovane 21enne comparso in segreteria per accedere agli attrezzi.

Dopo una lunga e accesa discussione tra il ragazzo e il titolare della palestra, alla fine quest’ultimo ha deciso di chiamare la Polizia.

I poliziotti sono intervenuti immediatamente. Recandosi in palestra la Polizia ha chiesto al ragazzo di mostrar loro il green pass. Il giovane non ha voluto esibirlo affermando di essere contrario alle normative anti Covid 19.

Questo rifiuto del ragazzo ha poi portato gli Agenti di Polizia a chiedere il documento d’identità e le generalità.

La multa quanto costa

Il ragazzo riceverà una multa che può oscillare dai 400 ai 1000 euro.
Ora gli agenti della Polizia dovranno effettuare tutte le verifiche necessarie.

Bisognerà infatti capire se questo green pass mostrato dal ragazzo al titolare della palestra gli fosse stato prestato da un amico o peggio.

Bisognerà infatti accertare che il green pass non risulti essere falso. In questo caso, se così dovesse essere, la faccenda potrebbe diventare ancora più seria. Rischierebbe anche una denuncia penale.

3 multe nelle palestre del Friuli Venezia Giulia

La situazione multe sembra aggravarsi. E’ notizia di poco fa che i Carabinieri dei Nas, a seguito di un controllo effettuato in un centro fitness a Cervignano del Friuli (in provinciaUdine), hanno eseguito ben tre multe.

Nel corso di questi controlli i Carabinieri non hanno rilevato anomalie rispetto ai protocolli anti covid. Tutto è risultato essere perfettamente a norma. Il problema però c’è stato nel momento in cui i Carabinieri hanno iniziato a chiedere i documenti e i green pass ai clienti.

Tre di questi infatti ne erano sprovvisti.

I tre clienti sono rientrati a casa con un bel regalo: ben 400 euro di multa a testa. Multato anche il titolare della palestra.

Questi sono solamente i primi casi di multe. Oltre alle palestre molti controlli sono stati effettuati all’interno dei locali.

Le Forze dell’Ordine, in base alle segnalazioni e non solo, stanno svolgendo controlli a tappetto proprio per evitare che i furbetti circolino senza green pass all’interno di palestre, ristoranti, pizzerie, ecc.

La situazione diventa sempre più complessa. Da nord a sud le multe fioccano. Chi si presenta senza green pass e chi invece utilizza quello di amici o parenti. Le multe sono salatissime.