Tetraplegico dopo i rulli del genodrome: Marchetti porta Ciao Darwin in tribunale

Tetraplegico dopo i rulli del genodrome: Marchetti porta Ciao Darwin in tribunale

E’ stato uno dei casi che hanno fatto più scalpore della tv italiana, un incidente in diretta terribile di cui non si è avuta cognizione in un primo momento, ma che poi ha rivelato conseguenze terribili per la vittima.

Si torna a parlare dell’incidente avvenuto qualche anno fa nel corso della trasmissione Ciao Darwin di Paolo Bonolis. Una trasmissione divertente, che proprio nelle fasi iniziali faceva più ridere il pubblico con i concorrenti alle prese con prove fisiche che ne mettevano in mostra tutta l’inadeguatezza e la goffaggine. Una fase che ricordava, in piccolo, le prove di Giochi senza Frontiere. Trasmissione di diversi anni fa durante la quale, però, per fortuna non ci sono mai stati incidenti seri. “La mia vita distrutta da un gioco”. Lo dice Gabriele Marchetti, rimasto paralizzato dopo la prova dei rulli a Ciao Darwin.Tetraplegico dopo i rulli del genodrome: Marchetti porta Ciao Darwin in tribunale

La caduta, che sembrava innocua e simile a quella di tanti altri concorrenti, ha reso il 56enne tetraplegico. Marchetti accusa la trasmissione di aver svolto una prova senza essere stato addestrato né avvisato dei rischi che avrebbe corso.

Una caduta per la quale l’uomo si è dovuto sottoporre a diverse operazioni, perdendo la propria autonomia. Ora rischiano il processo per lesioni personali gravissime alcuni rappresentati della società Rti, produttrice della trasmissione di Canale 5, il titolare della società produttrice dell’attrezzatura utilizzata per il gioco e la titolare della società che doveva selezionare i concorrenti del programma.