Covid, muore il baritono Giorgio Gatti

Covid, muore il baritono Giorgio Gatti

L’Italia perde uno straordinario artista a causa del Covid. E’ morto Giorgio Gatti, baritono di fama internazionale. Il cantante era nato a Poggio a Caiano (Prato). E’ venuto a mancare all’età di 72 anni all’ospedale Policlinico di Roma.

Aveva sposato la nota pianista e clavicembalista Maria Teresa Conti, con cui condivideva la passione per la musica. I due spesso si erano anche esibiti insieme. La consorte era originaria di Sante Marie.

Covid, muore il baritono Giorgio Gatti

Gatti era stato protagonista di importanti festival e si era esibito in molti teatri italiani ed esteri. Aveva avuto il merito di collaborare con maestri come Zubin Metha, Semyon Bychkov e Alberto Erede. Il grande pubblico aveva avuto modo di apprezzarlo grazie alla sua partecipazione ad alcune produzioni televisive trasmesse in mondovisione. Nel 2014 fu ospite d’eccezione al concerto per l’ingresso della Villa Medicea di Poggio a Caiano tra i tesori riconosciuti dall’Unesco.

Era cittadino onorario di Sante Marie, città d’origine della moglie: «L’amministrazione comunale di Sante Marie, con profondo cordoglio, si stringe alla famiglia del suo cittadino onorario Giorgio Gatti per la prematura scomparsa. Gatti, baritono di fama internazionale di Poggio a Caiano, si è spento ieri all’età di 72 anni al Policlinico di Roma», dice una nota del Comune della provincia dell’Aquila.