Valerio Scanu a Storie Italiane racconta il dolore per la morte del padre

Valerio Scanu a Storie Italiane racconta il dolore per la morte del padre

E’ stato un periodo molto duro per Valerio Scanu, cantante popolare e amatissimo che spesso ha reso pubblici dettagli della sua vita privata, suscitando la commozione e la solidarietà dei fan. Non fa eccezione la sua ultima dichiarazione, che racconta dettagli drammatici circa la morte di suo padre a causa del Covid.

Scanu non è l’unica persona che ha perso un caro a causa del Covid, ma è un personaggio pubblico e dunque la sua storia coinvolge maggiormente e fa sentire tutti più partecipi del suo dolore. Il cantante ha raccontato la sua testimonianza a Storie italiane su Rai 1: “Se mia mamma fosse ancora qua sarebbe il regalo più bello della mia vita”. Circa il dolore “li abbandoni e basta, non li vedi più”, racconta parlando della particolare situazione di avere un caro malato di Covid, al contrario di quanto avveniva prima della pandemia. “Un dolore che non puoi metabolizzare, non andrà mai via, una cosa tremenda. Ognuno di noi si è fatto nella testa l’idea che si rimane vicini ai propri cari nell’ultimo passaggio, ma con il covid non si può”, ha raccontato a Eleonora Daniele.

Poi è sceso nei dettagli: “Mia zia è andata a ‘prendere’ mio padre, si è bardata fingendosi una di loro per almeno toccare il sacco, glielo doveva, mi ha detto che le veniva di aprire, di vedere. Sembra quasi che una mattina ti alzi e ti dicono che sia tutto uno scherzo”. Oltre che a Storie italiane su Rai 1, Scanu ha raccontato la sua testimonianza su Instagram. “Questo male invisibile (il Covid) ci sta portando via troppe cose: lavoro, libertà, spensieratezza, rapporti umani e sociali (…). Ed è per questo che continuerò la mia battaglia come posso raccontando quello che è successo a mio babbo”.