Il monitoraggio dei medicinali nelle fasi di trasporto

Al giorno d’oggi abbiamo la possibilità di geolocalizzare tutto: dallo smartphone alla posizione di un veicolo fino al corriere durante la consegna. Per alcune tipologie di trasporti, come ad esempio quelli dei medicinali, è possibile verificare in tempo reale persino la temperatura, che ovviamente deve essere costantemente monitorata. Determinati farmaci vanno infatti conservati ad una determinata temperatura, altrimenti rischiano di perdere la loro efficacia.

Risulta quindi importante affidarsi a personale qualificato che abbia le giuste competenze per maneggiare articoli delicati. La possibilità di accedere ad un numero sempre maggiore di informazioni fornisce servizi aggiuntivi al cliente e rappresenta un plus che le aziende professionali, come DSS Trasporti, devono possedere per stare al passo coi tempi.

Perché è importante tracciare la temperatura del trasporto di medicinali?

Il trasporto farmaci richiede competenza, puntualità ed attenzione poiché si tratta di merci importantissime per le vite umane. Diventa quindi prioritario garantire spedizioni veloci e sicure sul territorio.

La crescente richiesta di farmaci anche dalle città limitrofe impone alle aziende farmaceutiche la necessità di distribuire i prodotti rapidamente, facendoli arrivare intatti e in perfette condizioni per poter essere usati regolarmente dai destinatari.

Fattori fondamentali per il trasporto medicinali sono la sicurezza e la puntualità delle consegne, che devono essere accompagnate dalle autorizzazioni e dalle certificazioni delle autorità sanitarie pubbliche.

Un discorso a parte meritano i trasporti a temperatura controllata, dove è possibile mantenere costante la temperatura richiesta per non alterare la merce. Le aziende che si occupano del trasporto farmaci devono essere dotate di magazzini di stoccaggio dedicati per il deposito di sostanze farmacologicamente attive, con locali opportunamente climatizzati e refrigerati per conservare la merce.

Grazie alla geolocalizzazione è possibile verificare in tempo reale lo stato di spedizione dei prodotti, monitorando l’intero tragitto ed il mantenimento della temperatura necessaria per garantire una perfetta conservazione al prodotto.

Gli strumenti necessari per mantenere inalterate le temperature dei farmaci durante il tragitto

Quando si parla di trasporti a temperatura controllata bisogna utilizzare i giusti dispositivi e mezzi di trasporto per rispettare i requisiti previsti dalla normativa vigente. Vengono utilizzati appositi furgoni isotermici impostati alle temperature richieste, secondo precisi intervalli che prevedono temperature minime e massime. Con delle specifiche sonde i mezzi vengono costantemente monitorati per registrare le variazioni delle temperature e le varie fasi del tragitto.

I mezzi più avanzati tecnologicamente sono dotati di paratia e doppia temperatura, così da creare due ambienti separati e portare contemporaneamente prodotti e farmaci di varia natura che richiedono temperature differenti. Col supporto di sofisticati termo-registratori e precisi sistemi satellitari viene misurata la temperatura all’interno del vano di carico e si monitora il tracciato delle temperature durante il viaggio. I clienti che commissionano il trasporto possono controllare il tutto tramite apposite piattaforme ed essere sicuri che le varie operazioni si svolgano a norma.

L’importanza della corretta formazione del personale

Le aziende che si occupano del trasporto di medicinali a temperatura controllata devono dotarsi di tutte le certificazioni sanitarie e le autorizzazioni necessarie, e selezionare accuratamente il personale che deve essere dotato di patentini specifici ed opportunamente formato ed istruito per affrontare le criticità che possono presentarsi. Tutte le fasi del processo devono essere registrate nel tempo, così da verificare che le varie operazioni siano conformi alla legge.

Il personale, da formare ed addestrare continuamente durante il periodo di lavoro, deve prestare grande attenzione all’igiene personale e del mezzo. Soprattutto durante il trasporto di elementi farmacologicamente attivi il personale deve indossare abiti puliti o una divisa compatibile alle mansioni da svolgere. Se vengono trasportati materiali pericolosi, è necessario indossare ulteriori protezioni per prevenire ogni forma di contaminazione. Durante il carico, lo scarico e la movimentazione delle merci gli addetti non devono fumare, bere o mangiare per evitare possibili contaminazioni, mantenendo le aree di riposo separate da quelle di lavoro.

Le tipologie di trasporti a temperatura controllata

Si possono individuare 4 tipologie fondamentali di trasporti a temperatura controllata: criogenici, congelati, refrigerati e a temperatura ambiente.

I trasporti criogenici sono indicati per prodotti da conservare a temperature comprese tra -80°C e -180°C. Si tratta di temperature molto rigide, perciò è opportuno avere a disposizione mezzi e strumenti che garantiscono il mantenimento di questa temperatura.

I trasporti congelati vengono effettuati ad una temperatura di -20°C e sono ideali per i campioni biologici. Tra questi si possono individuare i campioni biologici a rischio infettivo che rientrano nei prodotti classificati come merce pericolosa secondo la normativa ADR. Tali prodotti vanno imballati adeguatamente secondo le rigide procedure indicate dalla legge ed accompagnati da etichettatura e documenti che ne attestano la sicurezza.

I trasporti refrigerati sono destinati agli articoli da conservare tra i 2°C e gli 8°C, in particolare i prodotti farmaceutici. Sono richiesti in questo caso mezzi coibentati per il trasporto di farmaci a temperatura controllata.

Infine ci sono i trasporti a temperatura ambiente, ideali per medical devices e strumenti medicali da conservare a temperature che vanno dai 15°C ai 25°C.