L’ansia fa invecchiare: i telomeri fregano le donne

“Ciao, ti vedo invecchiata”, “Lo so, tutta colpa dei telomeri e dell’ansia che me li fa accorciare”. Potrebbe essere questo a breve un discorso tra due amiche in là con gli anni, dopo la scoperta che l’ansia contribuisce al nostro aspetto, accelerando l’invecchiamento.

Lo sostiene una ricerca pubblicata sulla versione online della rivista PlosOne, condotta dal Brigham and Women’s Hospital di Boston. Lo studio sostiene che le donne che soffrono maggiormente di ansia, soprattutto quella fobica, hanno i telomeri più corti.

E telomeri più corti vogliono dire invecchiare prima. Gli studiosi spiegano come i telomeri siano la parte terminale del Dna, con il compito di proteggere il materiale genetico da danneggiamenti. Quando si accorciano producono l’invecchiamento cellulare. Con la conseguenza che più corti sono, prima si invecchia a livello cellulare e dunque estetico.


La dottoressa Olivia Okereke: “Molte persone si chiedono se e come sia possibile che lo stress possa farci invecchiare più rapidamente questo studio mostra una notevole connessione tra una comune forma di stress psicologico, l’ansia fobica, e un meccanismo plausibile di invecchiamento precoce”.

Lo studio ha monitorato i campioni di sangue di 5mila donne di età compresa tra i 42 e i 69 anni, a cui sono stati anche somministrati dei questionari relativi ad eventuali forme di ansia fobica.L'ansia fa invecchiare: i telomeri fregano le donne

Appare chiaro come chi aveva alti livelli di ansia subiva l’accorciamento dei telomeri più corti, con una conseguenza di un invecchiamento cellulare più veloce addirittura di sei anni.

Share