Scienziati inventano il test del sangue per rilevare l’Alzheimer in un’ora

Alcuni scienziati sostengono di aver inventato il primo esame del sangue al mondo per la malattia di Alzheimer allo stadio iniziale che dà risultati accurati in meno di un’ora.

I ricercatori dell’Università Nazionale di Singapore hanno affermato che il loro esame del sangue con Amplified Plasmonic Exosome (Apex) può fornire risultati entro un’ora.

Dicono che potrebbe essere usato per diagnosticare l’Alzheimer prima che compaiano i sintomi e dovrebbe essere disponibile in commercio entro cinque anni al costo di solo 30 SGD (17,40 GBP).

Il sistema Apex funziona analizzando determinate proteine ​​nei campioni di sangue per rilevare il deterioramento cognitivo e il morbo di Alzheimer.

Il disturbo cerebrale irreversibile è attualmente diagnosticato da un test neuropsicologico, campionamento del liquido spinale o tomografia a emissione di positroni (PET).

Il test neuropsicologico è il più comunemente usato, mentre la scansione PET è considerata la più accurata.

Il professor Shao Huilin, che ha guidato lo studio di due anni, ha detto che uno studio clinico ha rilevato che il sistema Apex era preciso quanto l’imaging PET, che lei ha descritto come il “gold standard”.

Ma era molto più economico e veloce. Il progetto attuale potrebbe testare 60 campioni contemporaneamente, con i risultati disponibili in meno di un’ora.

L’Assistente Professor Shao ha detto che l’Apex potrebbe identificare rapidamente i pazienti con Alzheimer, così come quelli con lieve decadimento cognitivo (MCI).

Ha aggiunto: “Attualmente non esiste un buon metodo basato sul sangue per schermare e monitorare efficacemente la malattia di Alzheimer. I nuovi test sotto esame hanno scarsa accuratezza o bassa sensibilità. ”

Degli 84 pazienti coinvolti nello studio clinico, tutti i 68 con demenza o MCI sono stati diagnosticati con successo dall’analisi del sangue.

Ha detto: “Questo nuovo esame del sangue per consentire la diagnosi precoce del morbo di Alzheimer, pensiamo che possa offrire molte nuove opportunità di intervento e gestione.

“Ad esempio, incoraggiando i cambiamenti dello stile di vita, una partecipazione più attiva alle attività sia cognitive che fisiche, possiamo regolare la progressione della malattia”.

L’esame del sangue dovrebbe essere utilizzato negli ospedali e nelle cliniche degli ambulatori del GP entro cinque anni, al prezzo di circa 30 SGD (17,40 GBP).

L’anno scorso la demenza ha colpito 50 milioni di pazienti in tutto il mondo e il numero dovrebbe aumentare fino a 82 milioni entro il 2030 e 152 milioni entro il 2050.

Share