Salsiccia fatale: operaio muore risucchiato dal tritacarne

Un operaio addetto al macchinario delle salsicce di 18 anni viene estratto da un miscelatore di carne dopo essere stato risucchiato con la testa nella macchina, a due settimane dall’inizio del suo nuovo lavoro.

L’adolescente, che aveva iniziato a lavorare con la compagnia di salsicce due settimane fa, sarebbe stato ucciso nella loro fabbrica nel distretto di La Paz, nella città di Iloilo, nell’omonima provincia filippina occidentale.

Secondo il portavoce della polizia Jerwin Servano, il giovane operaio, identificato come Jomar Junco, ha visto il suo braccio destro impigliarsi nel mixer della carne e poi è stato trascinato nella macchina.

I rapporti dicono che l’incidente è avvenuto intorno alle 7.30 e che i servizi di emergenza sono arrivati ​​sulla scena verso le 9 del mattino.

Sebbene alcuni organi di stampa locali abbiano dichiarato che Junco è stato trascinato all’interno di un tritacarne, un portavoce della Porras Funeral Home, dove si trova il cadavere della vittima, ha detto che si trattava di un miscelatore di carne.

La macchina è stata accesa in quel momento e ha continuato a trascinare la vittima dentro dopo averlo preso inizialmente dal braccio destro, secondo quanto riferito.

Il collega Carl David Carlos spense la macchina quando la metà superiore di Junco era già dentro il mixer.

Nel frattempo, la polizia locale ritiene che la morte del ragazzo sia stata un incidente e non ci sono stati segni di violenza.

Il direttore del funerale Ardee Porras ha detto che il corpo di Junco era ancora intatto quando è stato tolto dal mixer.

Crede che sia possibile che la vittima sia morta soffocata nella macchina.

Le autorità locali stanno ancora aspettando i risultati dell’autopsia per stabilire la causa esatta della morte.