Nebraska, si taglia la gola durante il processo davanti al giudice

Un uomo del Nebraska, sospettato della morte e dello smembramento del 2017 di una donna di 24 anni, si è tagliato la gola durante il suo processo per omicidio, lunedì.

Aubrey Trail, 52 anni, ha avuto un’esplosione di rabbia nel tribunale della contea di Saline. All’improvviso si è portato un oggetto non identificato sul collo ed è caduto dalla sedia a rotelle. Trail è sospettato dell’assassinio di Sydney Loofe, 24 anni, residente a Lincoln, nel Nebraska, che è stato trovato smembrato in sacchi della spazzatura.

Prima di cadere a terra sanguinante, Trail urlò in difesa del suo presunto complice, Bailey Boswell.

“Bailey è innocente e io vi maledico tutti”, ha detto Trail.

Fu quindi trasferito in un’ambulanza e portato in un ospedale locale.

I pubblici ministeri affermano che Boswell, 25 anni, era stato in contatto con Loofe attraverso l’app di appuntamenti Tinder usando un falso nome, Audrey. Le registrazioni hanno dimostrato che Loofe e Boswell si sono incontrati la sera del 15 novembre 2017, lo stesso giorno in cui Loofe è stato visto per l’ultima volta.

Boswell viveva con Trail ai tempi della scomparsa di Loofe e le riprese di sicurezza hanno rivelato che la coppia aveva acquistato strumenti che sarebbero stati utilizzati per smembrare Loofe, secondo i documenti del tribunale.

La scientifica ha dimostrato che Boswell ha ripristinato il telefono alle impostazioni di fabbrica il 17 novembre 2017, secondo i documenti del tribunale.