Memory, la cagnolina che adotta e allatta quattro gattini orfani

Il senso materno appartiene agli essere umani e a tutti gli esseri viventi in generale. E’ il principale mezzo con cui la natura si assicura la conservazione della specie, ma è anche qualcos’altro. E’ un bisogno innato di dare e ricevere amore, di sentirsi importanti per qualcuno. La dimostrazione è quello che è successo alla cagnolina Memory, che voleva diventare a tutti i costi una mamma. Non avendo però cuccioli propri, la piccola Boston Terrier ha deciso di adottare quattro gattini orfani, dopo averli trovati fuori al freddo quando avevano solo una settimana.

La sua padrona, ha accolto ben volentieri questa volontà della cagnolina, e non ha potuto no notare che la sua cagnolina si è trasformata quasi immediatamente in una super mamma, cercando di nutrire i cuccioli anche se non era incinta. L’istinto di Memry l’ha portata addirittura a produrre latte.

Secondo i veterinari l’arrivo dei gattini bisognosi ha probabilmente creato nella cagnolina una falsa gravidanza, che può provocare una produzione di latte in un animale che non ha cuccioli propri.

Oltre a dare cibo ai gattini, Memory ha offerto ai cuccioli anche molto amore e protezione. “E’ stata protettiva sin dal primo giorno“, racconta la Williams. “Il secondo giorno che li avevamo con noi mia figlia ne aveva uno in braccio, e Memory è andata a prenderglielo e l’ha riportato nella sua cuccia con gli altri gattini.”

Il tutto è ancora più incredibile se si considera che Memory aveva l’abitudine di scappare impaurita di fronte ai gatti. “Avevamo un gatto e scappava sempre da lui. Anche i padroni precedenti di Memory ci hanno confermato che aveva una paura matta dei gatti.” La Boston Terrier, che ha cinque anni, ha invece preso subito a cuore le vite dei quattro gatti, due maschi e due femmine che sono stati chiamati Don Mickey, Luke, Whiskers e Mittens. “Li portava sopra il divano con lei. Se si alzavano e cercavano di camminare fino al bordo del divano, lei si alzava, li prendeva con la bocca e li riportava con sé.”

Dopo diverse settimane di cure da parte di Memory, i gattini sono passati al cibo solido. La Williams ha dato in adozione tre dei quattro gatti, con la promessa da parte dei nuovi padroni che Memory potesse continuare a visitarli, ma ha deciso di tenerne comunque uno, temendo che Memory potesse entrare in depressione senza i suoi cuccioli adottivi. “Lei si comporta ancora come una mamma con Luke, quello che abbiamo tenuto,” conferma Shannon. “Lui prova ancora a succhiare il suo latte. Lei lo lascia fare per un minuto, ma poi inizia a giocare con lui.”