Frutti esotici: le principali qualità alimentari

Olio d'avocado: proprietà antiossidanti

Mangiare frutta e verdura fa bene alla nostra salute, ormai è un dato di fatto!

Il tutto viene facilitato anche dalla vasta scelta di prodotti che il mercato offre, come alcuni frutti un tempo sconosciuti sulle nostre tavole ed oggi coltivati anche sul nostro territorio come kiwi, cocco e banane.

Non solo: insieme infatti alle classiche mele o pere, è ormai consueto trovare all’interno delle varie botteghe di fruttivendoli e supermercati altra frutta tropicale come mango, avocado, papaya, e altri un po’ meno conosciuti come alchechengi e granadilla dei Fratelli Orsero.

Le spezie non sono da meno: accanto infatti ai classici peperoncini è possibile trovare anche la curcuma, curry e il gettonatissimo zenzero, una radice dalle mille proprietà che viene utilizzata in cucina sia per realizzare ricette salate che dolci, come i famosi biscotti, ma anche dissetanti cocktail, come il Moscow Mule.

E nonostante i prezzi di questi prodotti siano alcune volte più elevati, rispetto a quelli della frutta e della verdura più tradizionale, il tutto viene compensato dalle numerosissime proprietà nutrizionali che li caratterizza.

Sono gli stessi nutrizionisti a confermarlo elencando e descrivendo quali sono le qualità alimentari dei variegati frutti esotici. Vediamo qualche esempio:

  • Mango. Il suo aspetto ricorda quello di una pesca o di un piccolo melone, e la sua polpa è succosa e gialla. Si compone dell’83% di acqua e presenta una buona quantità di fibre utili a combattere la stipsi, ma anche di sali minerali come potassio, fosforo, calcio, zinco e magnesio. Presenta anche diverse vitamine tra cui A e B, ma anche C: quest’ultima previene l’invecchiamento e facilita l’assorbimento del ferro.
  • Avocado. Conosciuto soprattutto per essere utilizzato nella realizzazione della famosa salsa guacamole, è molto nutritivo: 100gr di avocado forniscono infatti 200 calorie al nostro far bisogno. Contiene molte vitamine e in particolare la vitamina A, ma anche la D, la E, la K e tutte quelle appartenenti al gruppo B. Mangiare questo frutto è utile contro la depressione oltre ad innescare dei meccanismi di prevenzione a comparsa del morbo di Alzheimer.
  • Papaia. Grazie alla presenza della papaina, ossia un enzima con benefici digestivi, favorisce il processo di digestione, soprattutto quando si consumano alimenti di origine animale. Oltre a queste qualità digestive, è utile anche per prevenire malattie cardiovascolari oltre ad avere anche delle proprietà antiossidanti.
  • Zenzero. Spezia dalle mille proprietà, può essere impiegato in tantissimi casi come ad esempio per prevenire la nausea, contro il mal di testa e mal di gola, per alleviare dolori, ma anche per tenere a bada la glicemia e il colesterolo.
Ti è piaciuto l'articolo?
Valutazione
[Total: 0 Average: 0]
Share
loading...