Curcuma, zenzero e piramide alimentare: in forma con la dott.ssa Valentina Venanzi





Vi consigliamo di leggere attentamente i consigli della Dott.ssa Valentina Venanzi di Roma, perchè raramente capita di trovare in una sola intervista così tanti spunti interessanti. Dopo aver conseguito la laurea in Biologia presso l’Università di Roma “La Sapienza” con la votazione di 110/110 con lode, la dottoressa Venanzi si è specializzata in Nutrizione Umana ed è attualmente iscritta all’Ordine Nazionale dei Biologi.

Ci spieghi cosa rappresenta per lei il suo lavoro

La mia devozione per la nutrizione è tale da essere diventata una missione, quella di infondere nei pazienti l’idea che il mangiare correttamente è alla base di una vita sana. Frequento regolarmente corsi di aggiornamento per essere sempre al passo con gli studi e con le ricerche scientifiche recenti. Dal 2011 ad oggi Lavoro attualmente come Biologo Nutrizionista-libera professionista a tempo pieno con competenza e devozione presso studi medici di Roma.

Qual è il suo rapporto con la salute e il benessere al di fuori della sua professione?

Il mio rapporto con salute e benessere è sicuramente idilliaco, diciamo che la mia professione mi aiuta a rafforzare questo rapporto, salute e benessere. Si dice spesso che “siamo ciò che mangiamo” ed io mi ritengo una persona che si ama, che di ama il proprio corpo, la propria mente e al di là dell’aspetto fisico che lascia il tempo che trova, ritengo che sia importante mangiare bene per sentirsi meglio, prevenire patologie e contrastare molti effetti indesiderati, ecco perché al di là della mia professione, curo l’alimentazione, faccio sport, non fumo… io sono dell’idea che alimentazione corretta e attività fisica ci aiutano a vivere sani e a lungo felici, ecco perché ho un rapporto assolutamente in armonia con salute e benessere.

I suoi pazienti: quali sono le loro necessità più frequenti?Valentina Venanzi




Da anni ormai pratico la libera professione e di esigenze particolari tra i miei pazienti ne ho incontrate diverse ma sicuramente le necessità più frequenti sono il perdere i chili in eccesso per poter vedersi principalmente meglio e solo in un secondo momento per sentirsi meglio. Altre persone, una fetta più piccola, si rivolge al nutrizionista e quindi a me per risolvere problemi legati ad intolleranze o allergie o patologie particolari che li vedono costretti a dover rispettare un’alimentazione specifica, in quel caso è mio compito formulare un piano alimentare specifico e assolutamente personalizzato al fine di aiutarli a mangiare bene sentendosi meglio. Una piccolissima parte, invece, si rivolge a me per imparare a mangiare bene, solo per una questione di benessere fisico, mentale, per uno stato di salute ottimale e non per l’aspetto fisico.

Cosa ne pensa della cybercondria (malati immaginari ipocondriaci che su internet cercano continuamente risposte mediche ai loro sintomi)?

Penso che tutte quelle persone ipocondriache, tutti quei malati immaginari che passano il loro tempo su internet, siano fondamentalmente persone molto insicure e penso che debbano vivere la vita con più spensieratezza, debbano stare più a contatto con gli altri e debbano imparare a fidarsi solo ed esclusivamente di persone qualificate, professionisti del mestiere e non affidarsi a blog o siti che parlano di medicina senza cognizione di causa. Di persone ipocondriache, ahimè, ce ne sono tante e a queste persone consiglio del sano sport e meno computer!!!

Crede nei rimedi naturali? Se sì, quali sono secondo lei i 3 migliori?

Credo molto nei rimedi naturali, parto sempre dal presupposto che dovremmo ritornare ai tempi degli uomini “antichi”, primitivi, che non mangiavano cibi raffinati e si affidavano solo ed esclusivamente alla natura, cibandosi e curandosi dai frutti che madre natura offriva. Io mi affido molto, nel mio lavoro, ai rimedi naturali, i migliori secondo me sono le spezie, che possono essere di grandissimo aiuto per esempio in alcune patologie, come la curcuma (potente antinfiammatorio e antitumorale), lo zenzero (energizzante, ottimo aiuto nella digestione), lo zafferano (antidepressivo, rafforza la memoria ed utile nella prevenzione di malattie neurologiche), il cumino, il coriandolo… Altri metodi naturali a cui mi affido e in cui credo sono le erbe e le piante officinali con le quali aiuto le persone a digerire oppure a combattere la stitichezza, il meteorismo e la ritenzione di liquidi, oppure nella cura di alcune ferite, tra tutte credo molto nel finocchio, tiglio, betulla, pilosella, menta, tarassaco, cardo mariano, liquirizia.

Cosa pensa dei rimedi omeopatici?

Per quanto riguarda l’omeopatia sono favorevole, è una vera e propria scienza e se ben praticata credo che porti ad ottimi risultati, purtroppo è importante anche saper a chi affidarsi, ce ne sono molti di “falsi” omeopati, ma chi è un vero specialista sa che con l’omeopatia si possono sistemare e alleviare determinate problematiche.

Tutti vogliono sapere come dimagrire e come perdere peso velocemente: che consigli darebbe?

A chi mi dice che vuole perdere peso velocemente rispondo dicendo che “si ingrassa mangiando e si dimagrisce mangiando” ma con il tempo! Sono assolutamente contraria a quelle diete lampo, diete restrittive che fanno perdere peso velocemente, poichè sono diete troppo drastiche che fanno riprendere subito tutti i chili persi con gli interessi. Non si possono e non si devono mai fare diete troppo severe, danneggiano l’organismo, per cui consiglio di mangiare bene, tutto, in poche porzioni e strutturando la propria giornata in 5/6 pasti al giorno. Bisogna mangiare bene e meglio per poter perdere peso senza curarsi del tempo, le soddisfazioni arriveranno, anche presto se si è bravi, e sicuramente saranno risultati duraturi. Inoltre per poter perdere un giusto peso è bene affidarsi a dei professionisti del campo e mai adottare metodi fai da te perchè si rischia di provocare danni all’organismo, talvolta anche seri.

Qual è la sua ricetta per stare bene?

La mia ricetta per star bene con me stessa, con la mia salute, il mio benessere fisico e mentale è mangiare cibi sani, moltissima frutta e verdura, cibi non raffinati, fatti in casa principalmente io faccio il pane integrale, la marmellata solo con zuccheri della frutta e tante spezie, il dado granulato… tutto quello che si può fare senza ricorrere alle industrie!), pasta integrale, cereali, molti legumi, latticini pochi e magri, yogurt, carne bianca, pesce azzurro e pesce ricco di omega 3 e 6, bevo molta acqua, tè verde, e soprattutto faccio molto sport. Diciamo che la mia ricetta del star bene rispecchia molto la piramide alimentare, patrimonio dell’Unesco!

Share