Alimentazione e movimento: ricetta benessere di Enrico Nunziati


Sono davvero interessanti i consigli di Enrico Nunziati, responsabile del blog rodiola.info e del relativo ecommerce, sito attivo già dal 2000. La sua attività principale consiste nel reperire informazioni interessanti e nuove, oltre che di produrre testi ed infografiche a tema e poi divulgarli.

Da quanti anni si occupa di salute sul web?

Dal 1999. Ricordo che il primo sito realizzato era pubblicato su uno spazio web gratis del provider Tiscali. Ho iniziato con un semplice sito di qualche decina di pagine, e poi visto il successo assieme ad un amico l’anno successivo ho avviato l’ e-commerce.

Com’è cambiato il rapporto salute-lettori da quando le informazioni sono facilmente reperibili su internet?

Con la facile reperibilità delle informazioni nel web i lettori hanno iniziato – a torto – a credere di poter risolvere i problemi con il “fai da te”. Credo sia una cosa molto sbagliata perchè é sempre necessario avere sempre un confronto con uno specialista. La rete può essere un aiuto per avere una cultura del naturale maggiore di quella che è stata possibile fino ad oggi, ma niente può sostituire il parere di un professionista.

Cosa ne pensa della cybercondria (malati immaginari ipocondriaci che su internet cercano continuamente risposte mediche ai loro sintomi)?

E’ un fenomeno con il quale mi sono imbattuto già dal 1999. Ricordo che avevamo “gli abbonati” del fine settimana. Ovvero persone che ogni fine settimana si connettevano alla rete e ci riempivano di domande, fornendoci anche informazioni, vere o presunte, sul loro stato di salute. Oggi i Cybercondriaci sono sopratutto persone che leggono e confrontano più siti e alimentando così la propria ipocondria.

Crede nei rimedi naturali? Se sì, quali sono secondo lei i 3 migliori?

Enrico Nunziati
Si, ci credo fortemente. Premesso che il primo rimedio naturale è avere sempre cura di se stessi, partendo dall’alimentazione che deve essere variegata, senza eccessi e necessariamente di stagione.
Per quanto riguarda i rimedi naturali intesi come erbe officinali o derivati della natura direi che i migliori sono Propoli, per problemi alle prime vie aeree, Rodiola rosea, per problemi di stanchezza o stress (ma anche contro la fame nervosa) e Serenoa repens, per problemi legati alle vie urinarie del maschio adulto.

Tutti vogliono sapere come dimagrire e come perdere peso velocemente: che consigli darebbe?

Quello che ritengo più opportuno suggerire è di agire fondamentalmente su due fronti: alimentazione e movimento. L’alimentazione durante la giornata dovrebbe essere suddivisa in un rapporto 3:2:1. Ovvero fare un’abbondante colazione, un pranzo nutriente ma non troppo pesante e una cena leggera. Il momento della giornata in cui abbiamo maggiore necessità di energia è la mattina, al risveglio. Mentre la sera di energia ne consumiamo meno, quindi tutto quello che non consumiamo verrà depositato durante la notte e concorrerà all’aumento di peso corporeo, o al suo mantenimento nel caso in cui si abbia già un elevato peso. L’altro fronte, dicevo, è il movimento. La vita moderna ci ha portato a lavori sempre più sedentari, ciò comporta che il movimento lo facciamo unicamente se abbiamo deciso di fare attività sportiva, palestra o andare a correre a piedi. Questo però non viene esercitato da tutte le persone. A coloro che non fanno alcuna attività sportiva consiglio di rinunciare a piccole comodità come ad esempio lasciare la macchina sotto casa, prendere il carrello per portare la spesa, e via discorrendo. In questo modo potranno fare delle semplici attività fisiche aiutando l’organismo a bruciare un po’ di calorie. In aiuto poi la natura ci fornisce strumenti efficaci come gli estratti di Citrus Aurantium, Caffè Verde, Fucoxantina e via discorrendo.

Qual è la sua ricetta per stare bene?

La felicità. Le persone felici sono anche le più serene, hanno quindi minori possibilità di incorrere, ad esempio, in problemi cardiovascolari, stress, depressione. Le persone infelici sono più soggette ad incorrere in malattie debilitanti e pericolose. Tendono poi ricoprire un vuoto con eccessi alimentari, hanno maggiori probabilità di stress e depressione. La felicità é l’antidoto per tutti i tipi di male.

 

 

Share