Altre Notizie

Un Giorno da Pecora, malore per Sandra Milo dopo il vaccino, poi la rivelazione

Un Giorno da Pecora, malore per Sandra Milo dopo il vaccino, poi la rivelazione

Forse il modo migliore di affrontare la questione vaccini è quello scelto da Sandra Milo, 88 anni e ancora tanta voglia di sdrammatizzare e di scherzare. Fermo restando che si tratta di un argomento molto serio e soprattutto drammatico in considerazione dei tanti morti e dei tanti ricoveri che premono sugli ospedali, un po’ di ironia forse non guasta, anche a sensibilizzare coloro i quali non vogliono vaccinarsi.

Il divertente siparietto di Sandra Milo è stato messo in scena in occasione della sua ospitata da Geppi Cucciari e Giorgio Lauro. La Milo, in virtù della sua non più giovanissima età, è già stata sottoposta a vaccinazione. A domanda su come stesse ha raccontato: “Sto abbastanza bene. Un po’ mi batte il cuore più velocemente, però dai… Oddio, forse non sto bene, oh cavolo, cosa succede, non respiro… aiuto”. Il teatrino è stato completato da un finto svenimento con la Cucciari e Lauro che hanno chiesto: “C’è la figlia? Avete il numero in regia? Sandra? Qualcuno chiami la figlia”. Probabilmente tutto concordato, ma comunque riuscito.

Poi lo scherzo è stato rivelato: “Ci siete cascati, era soltanto uno scherzo. Ve l’ho fatta, sto benissimo”. “Ma brutta matta – ha replicato la Cucciari – guarda che non era così inverosimile che ti stesse venendo un colpo. Capisci? Ho capito che non ti passa mai la voglia di ridere, ma non farci questo”. La Milo poi ha lanciato un messaggio importante: “Invito tutti i soggetti che non soffrono di gravi forme allergiche o non sono immunodepressi o non sono donne in stato di gravidanza e/o in allettamento a sottoporsi, per senso civico e senza alcun timore, alla vaccinazione contro il Covid nel proprio interesse e per il bene dell’intera collettività. Fate come ho fatto anche io e non abbiate pensieri”.