Artrite, ecco come ridurre i rischi di soffrirne

Uno studio realizzato in Israele ha dimostrato come le statine siano in grado di ridurre il rischio di artrite. Le ricerche sono state condotte su 1,8 milioni di pazienti. E’ emerso che i soggetti sottoposti a terapia ipoglicemizzante con una statina hanno sviluppato inferiori problemi delle articolazioni.

Fino a oggi era convinzione dei ricercatori che le statine fossero in grado di alleviare i sintomi nei soggetti già diagnosticati grazie alla capacità di stoppare la overproduzione di tessuto tra le giunture. La vera novità è che lo studio del Maccabi healthcare services research Institute suggerisce come sia in grado di fermare in toto lo sviluppo.

Lo studio è stato effettuato su ben 2.500 casi di artrite reumatoide (Ar). Si tratta di una patologia che colpisce in media una persona su 100. Ma gli ultimi studi hanno mostrato come la mancata assunzione di statine come prevenzione cardiovascolare porti a un’incidenza doppia dei casi di Artrite.

L’artrite è un’infiammazione delle articolazioni. Può interessare una o più articolazioni e può essere acuta o cronica.

Esistono molti tipi di artrite, la più nota è l’artrite reumatoide. Attualmente, con le cure che abbiamo a disposizione, se somministrate in modo corretto, non si vedono più le deformità articolari, che solo 15 anni potevano essere la regola di queste malattie.

Share