Festival della carne di cane: monaci ne salvano qualcuno prima che venga cucinato

Questi monaci buddisti hanno salvato una serie di poveri cani destinati a essere mangiati durante la cena del festival cinese della carne di cane, dove 15.000 cani vengono spellati e mangiati ogni anno.

Secondo i rapporti, il festival annuale di 10 giorni di litchi e carne di cane si svolge nella città di Yulin, nella provincia sud-orientale cinese del Guangxi e circa 10.000-15.000 cani vengono consumati da oltre 150.000 partecipanti.

Il seguace buddista Liang Yedong ha visitato il festival negli ultimi quattro anni con diversi monaci per salvare quanti più cani possibile mentre benedicono i poveri animali che non sono in grado di salvare.

I rapporti dicono che sono gli unici attivisti ad agire contro il festival quest’anno.

Yedong ha commentato i social media: “Oggi è un giorno di dolore, il Yulin Dog Meat Festival.

“Sono addolorato perché degli esseri viventi stanno soffrendo. Dopo quattro anni di salvataggio degli animali dai macellai di Yulin, continuo a piangere ogni volta. Siamo uguali, per favore non prendete queste vite. ”

Secondo i rapporti, Yedong e altri 11 attivisti hanno speso 500.000 RMB (57,500 sterline) per comprare cani al festival Yulin nel 2015.

Sono tornati ogni anno da quando hanno salvato il maggior numero possibile di animali, anche se pochissime organizzazioni animali adottano azioni simili.

Keith Guo, addetto stampa di PETA Asia per la Cina, ha dichiarato ad Asia Wire (AWR): “È vero, meno persone sono disposte a fare come Yulin perché semplicemente non funziona. Il budget per salvare i cani è enorme, ma non è abbastanza per aiutare i cani soccorsi a trovare case.

“I cani soccorsi spesso devono lottare per la vita in rifugi sovraffollati o finire per morire di fame o infezioni.

“Il PETA spera che le persone adottino presto una dieta vegana sana che possa facilmente salvare centinaia di vite ogni anno.”

Zhu Shuiling, presidente della Zhejiang Small Animal Protection Association, ha dichiarato ad AWR: “Boicottare il festival della carne di cane in Cina dipende dal potere del governo, altrimenti le persone vanno lì e finiscono per litigare con i locali.

“Dobbiamo persuadere il governo che la carne di cane è una minaccia per la salute pubblica”.

Share