Bellezza

Prevenzione in spiaggia: a luglio sulla riviera adriatica “Il Sole per amico”

Prevenzione in spiaggia: a luglio sulla riviera adriatica “Il Sole per amico”

Richiamare l’attenzione delle persone in vacanza sul rischio melanoma e sull’importanza di esporsi correttamente al sole: è l’obiettivo de “Il Sole per amico”, campagna nazionale di prevenzione primaria del melanoma, promossa da IMI – Intergruppo Melanoma Italiano, con il patrocinio del Ministero della Salute e dell’Associazione Italiana di Oncologia Medica (AIOM), e resa possibile grazie ad un’erogazione di Merck & Co., per il tramite della sua consociata italiana MSD.

Dopo aver raggiunto i cittadini in partenza nelle stazioni di Milano e Roma, a luglio la campagna arriva sulle spiagge di Abruzzo, Marche, Veneto e Friuli Venezia Giulia dove, nel corso dei weekend, saranno distribuiti cappellini per proteggersi dal sole e opuscoli informativi sulla prevenzione del melanoma e la corretta esposizione ai raggi solari.

Con l’estate aumentano le occasioni di esposizione non protetta ai raggi UV del sole, principale fattore di rischio per il melanoma, il più temuto tra i tumori della pelle, che in Italia colpisce circa 10.000 persone ogni anno. Il tasso di mortalità è, purtroppo, molto elevato (20%) poiché, nella maggior parte dei casi, la diagnosi avviene quando la malattia è già in fase avanzata o metastatica. Durante tutto l’anno il crescente uso di lampade abbronzanti e di lettini solari espone la popolazione, soprattutto i più giovani, ai raggi UV artificiali, considerati cancerogeni dall’Organizzazione Mondiale della Sanità e, in Italia, vietati ai minorenni.

«In Italia almeno 100.000 persone convivono con una diagnosi di melanoma: le persone a maggior rischio sono quelle che si espongono al sole in modo incauto o che fanno uso di lampade abbronzanti» afferma Paola Queirolo, Presidente IMI e Responsabile di Oncologia Medica all’IRCCS-AOU San Martino-IST di Genova. «Gli errori più frequenti sono esporsi nelle ore centrali della giornata oppure esporsi in maniera intermittente e prolungata, come fanno ad esempio le persone che si espongono al sole una sola volta all’anno senza che la loro pelle sia abituata» prosegue la professoressa Queirolo. «Non proteggere la pelle con creme a filtri solari elevati specie nella prima settimana di esposizione, non indossare magliette, cappello con visiera e occhiali da sole, non ripararsi sotto l’ombrellone o all’ombra, sono tutti errori che costano cari alla salute della nostra pelle».

Nell’ambito della campagna è stato realizzato uno spot interpretato da Licia Colò visibile sul sito informativo dedicato all’iniziativa www.ilsoleperamico.it. La pagina Facebook de “Il Sole per amico” offre invece a tutti i cittadini l’opportunità di diventare protagonisti della campagna: come già hanno fatto la testimonial Licia Colò e molti dei parlamentari che aderiscono al progetto, è possibile postare una proprio foto con il cappellino “Il Sole per amico” per testimoniare il proprio impegno verso la sensibilizzazione di un tema così importante e la necessità di proteggere la pelle per prevenire il rischio di melanoma.