Come misurare la pressione

Tutte le linee guida enfatizzano il ruolo delle misurazioni e del supporto domiciliare come importante complemento al ruolo del medico, però non tutti sanno come misurare la pressione nel modo corretto; scopriamolo in alcune semplici mosse senza che ne diventi un’ossessione:

 

  1. Prima di tutto essere certi che l’apparecchio sia marchiato CE
  2. In seconda battuta sedersi comodamente, in ambiente tranquillo e rilassarsi per almeno 5 minuti
  3. Non focalizzarti sui risultati di una sola misurazione: l’importante non è la singola misura ma il suo andamento nel tempo.
  4. I risultati della misurazione possono essere influenzati dai pasti o dall’esercizio fisico; si suggerisce di aspettare almeno un’ora da questi eventi prima di effettuare una misurazione.
  5. Non si devono assumere bevande contenenti caffeina nell’ora precedente alla misurazione, né fumare nel quarto d’ora precedente (si ricorda peraltro che il fumo è uno dei principali fattori di alterazione della pressione).
  6. Non importa quale braccio viene usato per la misurazione, ma bisogna ricordare che esistono a volte differenze nei valori misurati nelle due braccia. In tali casi, si dovrà utilizzare per la misura il braccio che si è visto avere la pressione più elevata.
  7. Il braccio deve essere appoggiato su una superficie piana col palmo rivolto verso l’alto
  8. Se si usa come misuratore il bracciale, questo deve essere tenuto all’altezza del cuore; la posizione esatta è attorno al braccio nudo a circa 2-3 cm sopra il gomito con il tubo dell’aria al centro del braccio in linea con il dito medio. come misurare la pressione

 

  1. Se invece si usa un dispositivo da polso, è necessario ricordarsi di portare l’avambraccio all’altezza del cuore altrimenti la pressione (se sotto il livello del cuore) risulterà più alta
  2. Fare attenzione a non arrotolare – provocando occlusione dei vasi sanguigni – camicie o maglioni nella parte superiore del braccio (questo alzerebbe inevitabilmente la pressione)
  3. Non improvvisare file excel sull’andamento della propria pressione perché non funzionano e il cardiologo non capirebbe, meglio avvalersi delle odierne tecnologie che consentono di avere la propria storia clinica in un’app e ottenere anche un’analisi in tempo reale sull’intero andamento della propria storia pressoria
Share