Altre Notizie

Disoccupazione allarme: più colpiti sono i giovani

Disoccupazione allarme: più colpiti sono i giovani. Disoccupazione allarme: più colpiti sono i giovaniE’ allarme disoccupazione, nel terzo trimestre 2010 il numero di occupati è stato 22.811.000 persone. Netta diminuzione dello 0,2 % rispetto al trimestre scorso. A rivelare questi dati sconcertanti è l’Istat. A risentire di più della disoccupazione è il Sud Italia, mentre al Centro è più ridotta e al Nord l’occupazione rimane stabile. Le riduzioni occupazionali riguardano principalmente due campi: l’agricoltura e l’industria.

Rispetto all’anno scorso c’è stato un calo di 0,8% di unità lavorative. Gli ultimi mesi del 2010 hanno visto un forte aumento delle persone disoccupate e in cerca di lavoro. Si parla di numeri pari a 2.068.000 persone.

A risentire di più di questa ondata di crisi e di disoccupazione sono certamente i giovani del Sud in particolare. Dai dati inoltre emerge che il  tasso di occupazione  dai 15 ai 64 anni è pari al 56,7 %.

Per gli uomini 67,6% per le donne 45,8%. Insomma la disoccupazione è la nuova malattia di questi ultimi anni che investe soprattutto le nuove generazioni che rischiano veramente di rimanere fino a 35-40 anni senza lavoro.