Tassa su fumo e lampade: giovani d’accordo

I giovani sono d’accordo con la “tassa sulla salute”: si tratta dell’incremento di un euro in più sul costo di ogni pacchetto di sigarette e sulle lampade abbronzanti. Stiamo parlando di una proposta provocatoria ma non troppo lanciata dall’associazione italiana di oncologia medica (Aiom) dal Congresso Europeo Esmo in corso a Milano che ha trovato ampi consensi tra gli under 25.

Lo scopo dell’incremento è di fare da deterrente all’acquisto in modo da provare a ridurre il numero di morti per tumore al polmone e per melanoma, malattie il cui numero cresce vertiginosamente. Interessante che la tassa abbia ottenuto il sì anche dei fumatori, che probabilmente cercano un aiuto per diminuire il numero di sigarette fumate ogni giorno.

Iacono: “Ogni malato di cancro al polmone costa al sistema 200 mila euro, una cifra che si potrebbe ridurre investendo di più in prevenzione”.