Salute

Isolamento asintomatici Covid: arrivano le nuove regole, sarà eliminata la quarantena per gli asintomatici

La brutta notizia è che i contagi sono ancora tanti in Italia, soprattutto se si considera che siamo in piena estate, periodo in cui negli ultimi due anni la pandemia aveva concesso tregua. La buona notizia è che in ogni caso i numeri della pandemia sono in leggera decrescita, e questo fa pensare che il picco sia stato raggiunto e che si possa intravedere un netto calo dei contagi.

Variante molto contagiosa

Inevitabilmente però per vedere gli effetti del decremento su ospedalizzazioni e decessi servirà aspettare ancora un po’. In ogni caso la variante Omicron 5 ha comunque introdotto delle novità nell’evolversi della malattia che inevitabilmente incideranno anche sulle decisioni in termini di quarantena e gestione dei casi.

Questa variante ha mostrato una grande capacità di diffusione, ma allo stesso tempo ha anche mostrato un’aggressività minore, in proporzione, in termini di ospedalizzazioni e terapie intensive.

Convivere con la pandemia

Il Ministero pensa dunque a modificare ancora le regole di isolamento e quarantena per i positivi. In questo momento è ancora in vigore ancora la regola dei 7 giorni di isolamento per i vaccinati e i 10 giorni per i non vaccinati. Ma la sensazione è che si tratti di protocolli che necessita aggiornare, in virtù dell’evolversi della malattia.

Lo dice il sottosegretario alla Salute Andrea Costa, intervenuto ad Agorà su Rai 3. La necessità di convivere con la pandemia, limitando obblighi e restrizioni, diventa sempre più urgente.

“Io credo che l’obiettivo sia convivere con il virus – ha detto Costa – e la convivenza significa anche rivedere e rivalutare le regole in caso di positivi senza sintomi. Sicuramente prevedo che nei prossimi giorni ci potrà essere la riduzione dell’isolamento per chi è positivo e non ha sintomi”.

Eliminare la quarantena per gli asintomatici

Il prossimo passo potrebbe essere quello di eliminare la quarantena per gli asintomatici. Quando non è ancora deciso, ma potrebbe arrivare qualche novità per fine agosto.

Se da un lato il numero alto di contagi, al momento, può spaventare, nel lungo periodo può diventare un modo di immunizzare il maggior numero di persone. Ma allo stesso tempo non si può fermare nuovamente il Paese.

In ogni caso al momento l’attuale indice Rt è di 0,9, inferiore quindi alla soglia critica di 1.