Salute

Dopo quanto tempo si può fare il bagno dopo aver mangiato: il pericolo non è solo l’acqua del mare o della piscina, ma anche un ambiente con aria condizionata o una bevanda ghiacciata

Tempo di vacanze, di mare e di ore passate in acqua a cercare un po’ di refrigerio. Per i bambini, poi, la spiaggia è sinonimo di bagno, e tenerli sulla sabbia con la motivazione che dopo mangiato non si può fare il bagno non è facile. Ma quanto tempo bisogna aspettare prima di fare il bagno dopo mangiato?

I sintomi

La discussione affonda le radici nella notte dei tempi, la saggezza popolare ha le sue regole e le nonne e le mamme seguono regole spesso intransigenti. Ma non sempre logiche e giustificate da motivazioni scientifiche.

Innanzitutto va chiarito che a causare un’eventuale congestione, che può portare a sintomi lievi come difficoltà a digerire fino a sintomi molto più gravi, è causata non dall’acqua del mare o della piscina in se ma dallo sbalzo termico.

Perchè si verifica la congestione

Per intenderci, la congestione potrebbe avvenire anche se dalle temperature calde della spiaggia si passa a un ambiente chiuso (hall dell’albergo, stanza) con aria condizionata accesa e temperature bassissime.

Allo stesso modo, bere una bevanda ghiacciata a stomaco pieno può portare a problemi simili. La congestione è un vero e proprio blocco della digestione, processo che richiede molto ossigeno che viene trasportato in grande quantità attraverso il flusso sanguigno.

Lo sbalzo termico improvviso verso il basso, costringe, per ristabilire l’equilibrio termico corporeo a uno spostamento immediato di sangue dall’addome verso la periferia (gambe, braccia, testa). Questo provoca il rallentamento, o addirittura il blocco, dei processi digestivi, con conseguente congestione.

Come regolarsi

Dunque è necessario aspettare davvero 2-3 ore. Dipende. Innanzitutto da che tipo di pasto si è fatto. In caso di eccessiva ingestione di cibi particolarmente elaborati, è meglio essere prudente. Se si è mangiato frutta, un panino leggero o un gelato si può essere meno prudenti.

Importante anche entrare in acqua lentamente. Abituando il corpo immergendo prima le gambe, bagnandosi le braccia e la testa prima di entrare completamente in acqua, può aiutare molto.