Giovane mamma si sottopone ad addominoplastica: ma il chirurgo non ha la licenza

Questa bellissima madre di due figli è morta durante un intervento chirurgico per mano di un presunto chirurgo senza licenza che lavora in una clinica illegale.

Secondo i media locali, Magnolia Rivera Bernal, 42 anni, ha subito un arresto cardiaco mentre si sottoponeva alla procedura di addominoplastica in una clinica nella città centrale di Colombia, nella città di Ibague.

Il segretario della salute di Ibague Johana Barbosa ha detto che la clinica non era adeguatamente attrezzata per eseguire la procedura e che l’operazione è stata eseguita da un medico cosmetico specializzato in interventi non chirurgici e non da un chirurgo plastico autorizzato.

Il dottore è Leonardo Leon Blanco e aveva affittato la sala operatoria presso la Clinica Promover, secondo i media locali. L’inchiesta è in corso e non è al momento chiaro se sia stato arrestato.

I rapporti hanno detto che tali incidenti sono all’ordine del giorno in Colombia, dove i pochi controlli del governo sulle cliniche illegali ha portato a innumerevoli morti e sfregi a seguito di operazioni illegali.

Nella sola città di Medellin, 17 persone sono morte e 234 hanno sofferto di complicazioni negli ultimi tre anni, secondo il Ministero della Salute e della Protezione Sociale.

Tuttavia, le cifre effettive potrebbero essere persino più elevate a causa di un numero di decessi attribuito ad altre cause mentre alcune vittime sono state sottoposte a pressioni o corrotte per rimanere in silenzio.

Le statistiche a livello nazionale per questo periodo di tempo non sono note, sebbene nel 2016 nel Regno Unito siano state segnalate 30 persone morte in seguito a interventi chirurgici.

La giornalista Lorena Beltran, rimasta con enormi cicatrici e perdita di sensibilità dopo una pessima riduzione del seno nel 2014, ha avvertito che i medici colombiani spesso fanno corsi brevi all’estero, anche in lingue che non parlano, che poi presenteranno come qualifiche mediche formali.

La Colombia registra oltre 350.000 interventi di chirurgia plastica all’anno ed è classificata tra le prime 10 per eseguire la maggior parte delle procedure.

Secondo i rapporti, la chirurgia plastica è considerata un grande business nel paese e si sostiene che potenti lobby abbiano convinto le autorità a chiudere un occhio sulle operazioni illecite.

Tuttavia, i progressi sono stati fatti lentamente e lo scorso anno un giudice colombiano ha condannato un ex funzionario del ministero dell’Istruzione a sette anni di carcere per aver convalidato 44 diplomi falsi per medici in cambio di denaro.

Share