Infilano il braccio nello stomaco della mucca tramite oblò: scandalo in Francia

Queste immagini mostrano le mucche che sono state bucate allo stomaco e dotate di finestre in modo che i ricercatori possano frugare nelle loro parti interne nel più grande centro di ricerca europeo.

Le immagini, girate tra febbraio e maggio di quest’anno nel più grande “centro zootecnico” in Europa hanno scioccato la Francia e stanno facendo notizia in tutto il paese dopo essere state rilasciate dal gruppo animalista L214 che ha presentato una denuncia.


Il filmato è stato girato nel comune di Saint-Symphorien nel dipartimento francese nord-occidentale della Sarthe, nello stabilimento di Sourches di proprietà della società Sanders, una sovvenzione della società agroindustriale francese Avril Group.

I214 hanno pubblicato ieri una breve versione del filmato su YouTube.

Il metodo, è invasivo e la chirurgia è necessaria per applicare alla mucca l’oblò.
La conduttrice televisiva francese Nagui Fam ha preso parte al filmato e lo presenta, chiedendo che la pratica si fermi e dice che è dannoso per la salute degli animali e per quella degli umani.

La portavoce L214 Barbara Boyer ha dichiarato al Central European News (CEN): “Abbiamo ottenuto le immagini dopo che un informatore che lavora lì ci ha contattato per avvertirci delle condizioni in cui versavano gli animali. Non possiamo rivelare la loro identità perché dobbiamo proteggerli “.

Ha aggiunto: “Abbiamo presentato una denuncia alle autorità questa mattina”.

Dopo che sono state montate chirurgicamente le finestre, note come cannule, che consentono l’accesso al rumine per la ricerca, vengono indicate come mucche fistolate.

Nel video, Nagui afferma: “Al centro ci sono anche polli che sono così grassi che non riescono nemmeno a camminare, così come suini molto malati, vitelli e conigli intrappolati in piccole gabbie”.

Il filmato condiviso dall’organizzazione mostra un uomo che mette tutto il suo braccio nello stomaco di una mucca viva.

Nagui afferma: “Per Sanders, queste mucche sono solo macchine per la produzione di latte che devono avere le loro impostazioni ottimizzate. Oggi le mucche da latte producono in media 27 litri di latte al giorno, ovvero cinque volte il fabbisogno giornaliero di un vitello “.

Aggiunge: “Altri esperimenti sono condotti su vitelli isolati in piccoli recinti.

“I maiali hanno solo metallo freddo come loro ambiente. I conigli sono prigionieri nelle loro piccole gabbie e conosceranno solo queste gabbie per tutta la vita. Non usciranno mai.

“E i polli, che provengono da ceppi a crescita rapida, sono nutriti con una dieta troppo ricca e il loro peso è spinto all’estremo. Possono a malapena camminare. ”

Il centro di ricerca si è difeso dicendo che hanno solo sei mucche che sono dotate delle finestre e che hanno bisogno di loro per studiarle in modo da ridurre l’uso di antibiotici nelle aziende agricole.