Sensibilità dentinale? Sconfiggila con il dentifricio con calcio

Dentifricio rinforzante e buone abitudini per proteggere il tuo sorriso

La sensibilità dentinale è un fastidioso problema che molti di noi conoscono. Normalmente si manifesta sotto forma di fitte improvvise e intense. Queste sono tipicamente causate dagli sbalzi termici a cui è soggetto l’ambiente orale, dovuti alla temperatura del cibo e delle bevande. Vediamo quali sono i fattori scatenanti della sensibilità dentinale e come prendersi cura dei denti con abitudini sane e un buon dentifricio con calcio e fluoro..

 Perché si manifesta la sensibilità dentinale?

Prima di scoprire come arginare questo problema con il dentifricio rinforzante e una corretta igiene orale, capiamo quali sono le cause della sensibilità dentinale. Una delle parti più importanti del dente è la dentina, un tipo di tessuto osseo di colore bianco-giallognolo. La dentina è ricoperta e protetta da uno strato di smalto ed è attraversata dai tubuli dentinali. Questi piccolissimi canali collegano la cavità che contiene la polpa del dente con la superficie. Nel momento in cui lo strato di smalto si erode, i tubuli dentinali restano esposti. Ciò fa sì che gli stimoli esterni e le sostanze presenti nella cavità orale possano irritare la polpa dentaria. Da qui le fastidiose fitte.

Che cosa provoca l’erosione dello smalto?

Ci sono diversi fattori che possono erodere lo smalto dentale e quindi esporre la dentina e i tubuli dentinali. Alcuni derivano dalle nostre abitudini alimentari. Gli acidi contenuti in alcuni cibi e bevande possono facilitare l’erosione dello smalto. Lo zucchero, parimenti, non è un toccasana per la nostra dentatura. Altre cause dell’erosione dello smalto sono da ricercarsi nella nostra routine di igiene orale. Una è l’eccessivo e troppo vigoroso spazzolamento dei denti, specie se fatto utilizzando uno spazzolino a setole dure. Ciò non significa che si debba trascurare la pulizia: la scarsa igiene orale, responsabile di parodontiti e formazione di carie, è deleteria per lo smalto. Un’altra causa dell’erosione dello smalto è l’utilizzo di dentifricio sbiancante troppo aggressivo. Questo non significa però che per avere denti sani dobbiamo rinunciare a utilizzare il dentifricio antimacchia e rassegnarci a un sorriso opaco.

Dentifricio con calcio, buone abitudini e costanza: ecco come avere denti sani e belli

La scelta di un buon dentifricio, una corretta igiene orale e qualche attenzione in più all’alimentazione ti permetteranno di vedere ottimi risultati già in poche settimane.

  • Pulizia quotidiana, accurata, con gli strumenti giusti. La routine d’igiene orale inizia con la scelta dello spazzolino e del dentifricio. Bisogna evitare assolutamente spazzolini con setole dure o eccessivamente abrasive. Meglio optare per setole medie oppure morbide. I movimenti per eliminare la placca dalla superficie dei denti devono sempre essere delicati e in senso verticale. Si consiglia di lavare i denti 2/3 volte al giorno, meglio se dopo i pasti principali.

  • Dentifricio sbiancante sì, purché specifico per denti sensibili. È meglio prediligere prodotti delicati, con ingredienti naturali e ricchi di calcio e fluoro. Arm & Hammer Protezione Smalto Whitening per esempio è un ottimo dentifricio antimacchia che unisce l’azione sbiancante del bicarbonato all’azione rinforzante del calcio e del fluoro. Grazie alla tecnologia Liquid Calcium™, che ripara la superficie dello smalto, la dentina è protetta dagli sbalzi di temperatura.

  • Limitare l’assunzione di alimenti zuccherati e acidi. Per quanto deliziosi, caffè, succhi di frutta, bibite gassate, vino e dolci non sono grandi amici dei denti. Possono essere comunque consumati, purché in quantità modiche e dopo aver dato uno sguardo alla lista degli ingredienti. Gli additivi usati nell’industria alimentare infatti possono comprendere sostanze acide e poco salutari. A questo proposito bisogna fare particolare attenzione ai soft drink e alle bevande per gli sportivi. Essendo ricche di acido fosforico, queste bibite possono causare ingenti danni alla dentatura, soprattutto se bevute quotidianamente e sorseggiate poco per volta. Meglio optare per un consumo occasionale, preferibilmente utilizzando la cannuccia. In questo modo si minimizza il contatto fra liquido e denti.
Share
loading...