L’estate si avvicina: consigli per una sana abbronzatura

L'estate si avvicina: consigli per una sana abbronzatura

Giorni caldi e notti fresche significano una cosa soltanto: l’estate si avvicina, e con questa la voglia di una abbronzatura impeccabile. Il desiderio del look “baciati da sole” è un must, ma l’abbronzatura può essere “un’arma a doppio taglio” se non si prendono i giusti accorgimenti.

Un recente sondaggio condotto dalla American Academy Of Dermatology afferma che l’ottanta per cento degli intervistati, circa 7100 individui ambosessi, di essere preoccupati per il rischio di contrarre malattie della pelle causate dal sole. Ogni anno negli USA vengono diagnosticati più di 3,5 milioni di casi di tumore della pelle. La mancanza di consapevolezza mette le persone a rischio di sovraesposizione ai raggi ultravioletti, fattore di rischio per lo sviluppo del tumore della pelle. Nonostante questi dati, meno della metà degli adolescenti facenti parte del campione intervistato usa la protezione solare (ci ricorda la Skin Cancer Foundation).

La produzione di melanina ha inizio entro poche ore dall’esposizione ai raggi ultravioletti e protegge il DNA delle cellule della pelle contro i danni dei raggi UVB, ma ciò non significa che si possa fare a meno della protezione solare. L’eccessiva esposizione ai raggi solari può determinare alcuni cambiamenti fisici tra cui: rughe, lentiggini, macchie dell’età.

Per evitare questi effetti e ottenere un’abbronzatura naturale in sicurezza vi consigliamo di: esfoliare la pelle prima dell’esposizione al sole; questa pratica permette di rimuovere le cellule morte dallo strato superiore della pelle mantenendo la pelle fresca, ripulendo i pori e ridandole tono.

Contrariamente alle credenze popolari, tutti abbiamo bisogno di utilizzare la crema solare; anche chi ha la pelle più scura infatti può “scottarsi” benché possa contare su una concentrazione di melanina più elevata. Utilizzare la crema solare non impedisce un’abbronzatura uniforme, in realtà il fattore di protezione solare (SPF) estende il tempo che si può trascorrere al sole senza subire danni alla pelle, quindi maggiore è il fattore di protezione maggiore sarà la protezione contro i raggi ultravioletti.

I filtri solari ad “ampio spettro” possono fornire protezione contro raggi UVB e UVA. Una pelle chiara che ha basse concentrazioni di melanina sarà per questo più vulnerabile ai raggi UV, è quindi implicita la necessità di utilizzare un filtro di protezione adeguato alla propria carnagione. Come è risaputo però, le creme solari non sono propriamente convenienti, anche perché non è un prodotto dove è giusto andare al risparmio. Per questo la soluzione è ottenere degli sconti sui prodotti delle migliori marche. In questo Amazon può aiutare, in quanto permette di accedere a sconti che in farmacia o perfino al supermercato sarebbero impensabili. Inoltre, le immense possibilità del web permettono di ottenere degli sconti extra grazie ad esempio ai coupon Amazon che puoi trovare su Piucodicisconto, uno dei principali portali di codici sconto che ricerca e raggruppa i coupon dei migliori negozi italiani online.

È consigliato abbronzarsi a piccole dosi. Passare da mezz’ora a un’ora al giorno sotto il sole aiuterà il vostro corpo a produrre un’adeguata quantità di melanina, ma è importante evitare le ore più calde tra cui la fascia oraria 12.00 – 15.00. La quantità di crema solare che una persona dovrebbe applicare corrisponde a 2 mg per centimetro quadrato di pelle. È opportuno ricordare che per un’abbronzatura al riparo da spiacevoli inconvenienti è opportuno applicare il filtro solare da 15 a 30 minuti prima dell’esposizione solare e riapplicare 15 o 30 minuti dopo, specie se abbiamo fatto il bagno, momento in cui parte della protezione potrebbe essere stata involontariamente rimossa. Non dimentichiamoci inoltre di indossare un berretto se ci si espone nelle ore più calde, nonché occhiali da sole UV 400.

Share