Alimentazione

Settimana della Celiachia, iniziative nelle scuole e Expo 2015

Settimana della Celiachia, iniziative nelle scuole e Expo 2015La Settimana della celiachia è stata promossa per il 20 maggio dall’AIC, Associazione italiana celiachia presente anche a Expo 2015, ed è finalizzata a promuovere una serie di iniziative con lo scopo di informare ed educare alla diversità alimentare. Per i bambini la celiachia è un problema anche sociale e l’obiettivo è ridurre il disagio e le difficoltà di coloro i quali devono vivere questo disturbo alimentare all’interno delle scuole.

L’unica terapia al momento conosciuta per questa malattia è la completa esclusione del glutine dall’alimentazione. Chi è celiaco infatti è costretto a evitare le conseguenze della malattia non trattata non ingerendo glutine, anche se in piccole quantità. L’intento della settimana della celiachia, è quello di creare un momento di condivisione e di sensibilizzazione su questo tipo di problematica.

Per evitare non basta stare attenti a pane e pasta. Se si vuole cucinare senza glutine bisogna fare attenzione a tutti gli ingredienti controllando il claim con la spiga sbarrata o la dicitura “senza glutine” sulle confezioni, o verificare se il prodotto sia presente nel prontuario AIC. Allo stesso scopo è stato predisposto un sito internet dedicato che contiene la sintesi di tutte le informazioni e degli strumenti che possono essere utili alle persone celiache. A tutti i bambini che partecipano alla ristorazione scolastica verrà proposto un pasto senza glutine, preparato utilizzando alimenti ideali per coloro i quali hanno necessità di un regime alimentare particolare.

La celiachia è una patologia che riguarda una persona su 100 e in totale circa 600.000 italiani. La Settimana della celiachia di quest’anno si sovrappone anche a Expo 2015, esposizione universale dedicata all’alimentazione. E infatti l’Associazione Italiana Celiachia si sta impegnando affinché le persone celiache possano usufruire di una migliore accoglienza presso i singoli padiglioni. A questo scopo è iniziato un lavoro di sensibilizzazione degli operatori della ristorazione ed è stata creata l’applicazione, MyGlutenFreeExpo, disponibile sia in italiano che in inglese.