Perdere peso in modo mirato e rapido è possibile: la dott.ssa Silvia Barrucco ci spiega come

“Perdere peso è un percorso e non un evento fine a se stesso”. Chiarisce subito il concetto la dott.ssa Silvia Barrucco, medico nutrizionista con Master in Obesità e chirurgia bariatrica, si occupa di Liposuzione Alimentare da anni (nonostante la sua giovane età) e la integra con i suoi pazienti con le tecniche di nutrizione più tradizionali come la dieta mediterranea, il diario e la programmazione alimentare, la terapia cognitivo-comportamentale. Esercita a Roma, a Perugia e in provincia di Siena. Fa parte del comitato scientifico di Liposuzione Alimentare e si occupa di apportare nuovi studi sul metodo (la medicina è sempre in continua evoluzione), relazionando alla maggior parte dei più autorevoli congressi italiani sul metodo.

Qual è il suo rapporto con la salute e il benessere al di fuori della sua professione?

Nella mia vita il benessere, inteso come calarsi nella propria dimensione umana ed individuale e star bene con essa, è prioritario. Per svolgere una vita intensa, fatta di giornate incalzanti, è indispensabile sentirsi forti fisicamente e sereni mentalmente. Dunque, il benessere e la salute di conseguenza sono un mezzo attraverso cui riesco a vivere pienamente ciò che amo essere e fare. Pratico in prima persona un corretto stile di vita, fatto di alimentazione semplice e varia, di sport regolare e non dimentico mai di dedicare dei momenti (seppur pochi) a me stessa.

I suoi pazienti: quali sono le loro necessità più frequenti?silvia barrucco

Le necessità più frequenti dei miei pazienti sono perdere peso e ritrovare un rapporto più sereno con il proprio corpo e di conseguenza con se stessi. In parte la richiesta è mossa da problemi di salute (gonartrosi o coxartrosi, ernie discali, malattie cardiovascolari, ecc.) ma i pazienti più motivati e determinati sono quelli che realizzano ad un certo punto della loro vita che debbono volersi bene, che debbono rispettare se stessi e i propri bisogni.

Dieta vegetariana e vegana: maggiori i pro o i contro?

La dieta vegetariana e vegana sono appartenenti a due mondi nettamente distinti. Mentre la dieta vegetariana può essere condotta senza alcun problema, a qualunque età, senza necessità di integrazione, la dieta vegana invece è una estremizzazione che porta spesso a delle carenze nutrizionali anche gravi se non si interviene sin da subito con una supplementazione. Negli ultimi anni si sta assistendo ad una dilagante diffusione di seguaci della dieta vegetariana (o vegana) ma purtroppo molti di questi seguono la moda che rappresenta e non seguono un percorso etico altrettanto forte e sentito. Una dieta vegetariana o vegana non sentita e compresa adeguatamente può portare a prediligere esclusivamente alcuni cibi come pasta, pane, pizza e ad ignorare tanti altri come legumi e cereali, con conseguente aumento di peso e danno alla salute.

Crede nei rimedi naturali? Se sì, quali sono secondo lei i 3 migliori?

Credo nei rimedi naturali, i migliori tre sono bere tanta acqua, fare attività sportiva e trascorrere del tempo all’aria aperta.




Siamo nel 2020: quale incredibile notizia sulla salute vorrebbe sentire al Tg?

Ciò che avrebbe davvero un impatto importante sulla salute generale della popolazione sarebbe una campagna ministeriale seria sulla prevenzione delle malattie dismetaboliche, cardiovascolari e tumorali. La notizia incredibile sarebbe la realizzazione di un programma che dovrebbe comprendere una reale lotta al fumo di sigaretta, incentivi economici alla pratica di attività fisica e una regolamentazione più rigida delle pubblicità di determinati alimenti soprattutto in certe fasce orarie più sensibili in tv. Ma sarebbe davvero una notizia incredibile, perchè andrebbe a stravolgere molti sistemi attualmente vigenti ed indissolubili e il 2020 è troppo vicino per una rivoluzione di questo tipo.

Cosa pensa dei rimedi omeopatici?

Penso che molto spesso vengono confusi con i rimedi fitoterapici. Se praticati da professionisti seri e preparati consentono di giungere a soluzioni terapeutiche inaspettate.

Tutti vogliono sapere come dimagrire e come perdere peso velocemente: che consigli darebbe?

I consigli da dare sarebbero tanti: innanzitutto accettare l’idea di capire, conoscere e ascoltare il nostro corpo e non pretendere solamente da esso. Porsi degli obiettivi realistici per non rimanere delusi. Accettare l’idea che perdere peso è un percorso e non un evento fine a se stesso, in quanto presuppone un cambiamento e dunque un passaggio di stato mentale e fisico. Di conseguenza, farsi sempre seguire da un professionista esperto, che tracci questo sentiero in modo personalizzato per ogni paziente ed offra degli strumenti per incamminarsi lungo questa strada che può essere tortuosa. Diversi studi ci dicono che soggetti che hanno avuto almeno una volta problemi di peso sono predisposti a recuperare il peso in futuro, dunque se non si cambia il proprio approccio mentale alle cose, è difficile mantenere i risultati nel tempo. Malgrado ciò, fortunatamente ci sono dei metodi dietoterapici che aiutano a perdere peso in modo mirato e piuttosto rapido.

Qual è la sua ricetta per stare bene?

Accettare i propri difetti e non combatterli. Esercitare le proprie virtù. Cogliere il lato positivo delle cose. Mettere in atto i rimedi naturali di cui sopra.

Share