Lancia il cellulare sul divano, rimbalza e spappola la milza della figlia

Una ragazza ha riportato lo spappolamento della milza e perso tantissimo sangue quando il cellulare di sua madre l’ha colpita nel fianco dopo essere rimbalzato sul divano.

I medici dell’Ospedale del Popolo di Tongchuan, nella provincia nord-occidentale della Cina, nello Shaanxi, sono stati costretti a rimuovere la milza della ragazza per salvarle la vita.

L’incidente anomalo è accaduto il 6 luglio mentre l’undicenne era a casa con i suoi genitori.

La dottoressa Yang Shuanyuan ha spiegato: “Sua madre ha gettato il suo cellulare sul divano, è rimbalzato e poi ha colpito la bambino nel diaframma.

“La ragazza iniziò a provare dolore all’addome in alto a sinistra. La sua milza si era spappolata e lei sanguinava internamente. “

I genitori della ragazza pensarono che il dolore fosse superficiale, e che sarebbe andato via, ma la portarono in ospedale quando lei si lamentava ancora del disagio tre ore dopo.

Il dottor Yang ordinò scansioni che rivelarono la gravità della ferita della bambina.

Il medico disse: “Ha subito lo spappolamento della milza.

“Aveva 500 millilitri di sangue nella sua cavità addominale a causa della rottura di 2 centimetri (0,8 pollici) nella sua milza.

“500 millilitri sono molto per un bambino. Se non avessimo scoperto il sanguinamento interno in tempo, la sua vita sarebbe stata seriamente a rischio “.

Dopo che i genitori della ragazza hanno dato il loro consenso, il dottor Yang e il suo team hanno eseguito una splenectomia per rimuovere l’organo danneggiato.

Yang disse: “Abbiamo tagliato la milza a fette e la stiamo coltivando. Speriamo di ripristinare almeno una funzione parziale della milza per lei in futuro.

“Attualmente, dopo un attento trattamento da parte nostra, la bambina è in condizioni stabili.”

Il medico ha spiegato che la gravità dell’infortunio della bambina potrebbe avere a che fare con la sua dimensione più piccola della media.

La ragazza pesa solo 25 chilogrammi ed è alta 1,5 metri, ha detto Yang.

Share