Lem proteina contro il cancro che rafforza le difese immunitarie

Lem proteina contro il cancro che rafforza le difese immunitarieUna proteina che favorisce l’immunità dell’organismo contro il cancro è stata scoperta da alcuni scienziati, offrendo nuove speranze per una malattia spesso mortale. I ricercatori dell’Imperial College di Londra hanno scoperto una molecola “completamente sconosciuta”, che si è dimostrata essere in grado di migliorare il sistema immunitario del corpo e di combattere le malattie croniche.

La proteina è stato bollata come “sconosciuta”, perché non assomiglia ad alcun altra proteina, né ha una funzione nota.

I ricercatori dicono che la scoperta potrebbe “aprire la porta” a nuove terapie, e potrebbe potenzialmente sconfiggere il cancro e altri virus mortali.

Quando una persona sviluppa il cancro, il corpo combatte il virus mortale con le cellule T, anche se spesso perde la battaglia.

Tuttavia, una molecola di proteina chiamata espansione dei linfociti (LEM) permette al corpo di produrre cellule T abbastanza forti da superare potenzialmente il cancro e altri virus.

La proteina è stata scoperta mentre venivano proiettati i topi con mutazioni genetiche. Il test ha rivelato che i topi con una mutazione specifica aveva 10 volte il numero di cellule T. Essa è legata a una proteina che esiste anche nell’uomo.

Gli esperimenti in topi e cellule umane hanno dimostrato che la proteina promuove la proliferazione delle cellule T citotossiche.

Gli scienziati sperano di iniziare a sperimentare una nuova terapia genetica sugli esseri umani in tre anni, secondo il Daily Telegraph.

Il Professor Ashton-Rickardt, dalla sezione di Immunobiology presso il Dipartimento di Medicina presso l’Imperial, che ha condotto lo studio, è certo che questa scoperta potrebbe essere rivoluzionaria.

Dice che la nuova proteina ha il potenziale per il trattamento di “un certo numero di diversi tipi di cancro e virus.”

Rickardt dice che la scoperta è innovativa in quanto hanno presentato un metodo “completamente nuovo” per utilizzare il sistema immunitario per sconfiggere il cancro.

Il Dr Mike Turner, responsabile presso il Wellcome Trust, dice che la scoperta è “affascinante”.

Tuttavia, Turner sostiene che prima che la proteina sia testata sugli esseri umani, “sono necessarie ulteriori indagini in modelli animali.

“Esiste la possibilità di un nuovo tipo di trattamento che sfrutta la capacità innata del sistema immunitario di individuare e uccidere le cellule anormali”, ha aggiunto.

Il Dr Alan Worsley, anziano scienziato responsabile dell’informazione presso il Cancer Research UK, dice che il test sui topi è “incoraggiante”, anche se sembrava funzionare solo su un tipo di cancro.

“Il cancro spesso trova un modo per sopprimere il sistema immunitario, ma i farmaci che superano questo e consentono alle cellule immunitarie di indirizzare il cancro mostrano grandi promesse”, ha aggiunto.

Per sviluppare “trattamenti più efficaci”, afferma Worsley più ricerca dovrebbe essere fatte sulla biologia del sistema immunitario, in quanto potrebbe aumentare il numero di cellule immunitarie in grado di sconfiggere il cancro.

Worsley dice che i ricercatori dovrebbero ora “capire come sviluppare farmaci che hanno come target questa molecola” e verificare se così facendo questa cura sarebbe efficace e sicura nei pazienti oncologici. La scoperta segue l’inaugurazione di un nuovo trattamento in fase di sperimentazione presso l’Università del Kansas che potrebbe sconfiggere il cancro.

Il Dr Liang Xu e il suo team di ricercatori ha trascorso gli tre anni sperimentando un cocktail chimico, che inibisce una proteina naturale denominata HuR.

L’inibitore è stato testato su colture di laboratorio sui topi e ha avuto successo contro alcuni tipi di tumori letali.

Il dottor Xu ha detto che l’inibitore è un trattamento “molto promettente” che potrebbe “potenzialmente portare ad una nuova terapia per il cancro.”

Share