A dieta senza sofferenza: i consigli della dott.ssa Claudia Broegg

Dott.ssa Broegg

La dott.ssa Claudia Broegg, Biologa Nutrizionista, lavora nel settore della nutrizione come libero professionista presso il suo studio di Napoli. Elabora diete per soggetti in sottopeso, sovrappeso, vegetariani e vegani, bambini, donne in gravidanza, sportivi. In questa interessante intervista che ci ha concesso in esclusiva troverete tanti spunti davvero speciali.

Qual è il suo rapporto con la salute e il benessere al di fuori della sua professione?

Sono sempre stata molto attenta alla salute e al benessere ed è proprio questo che mi ha avvicinato al mondo della nutrizione. Come asseriva il grande filosofo Feuerbach “Noi siamo quello che mangiamo”: grazie ad una sana ed equilibrata alimentazione ed uno stile di vita attivo si può ritrovare il proprio benessere e contrastare l’insorgenza di numerose patologie.

I suoi pazienti: quali sono le loro necessità più frequenti?

Non posso negare che gran parte delle persone associa la figura del nutrizionista alla “dieta dimagrante”, quindi molti dei miei pazienti hanno come obiettivo primario la perdita di peso. Tuttavia sempre più italiani stanno comprendendo l’importanza della consulenza nutrizionale in diverse condizioni fisio-patologiche: sportivi, vegetariani, donne in gravidanza, soggetti con intolleranze alimentari prestano molta attenzione all’alimentazione quotidiana.

Dieta vegetariana e vegana: maggiori i pro o i contro?

Una dieta vegetariana o vegana ben bilanciata non comporta svantaggi. Va detto, tuttavia, che la figura del nutrizionista può essere di grande aiuto per comprendere quali siano le eventuali carenze nutrizionali cui si è soggetti ed in che modo equilibrare la propria dieta. Numerosi sono, di sicuro, i benefici ormai accertati, tra i quali la ridotta incidenza di numerose patologie ed il migliore controllo del peso corporeo.

Crede nei rimedi naturali? Se sì, quali sono secondo lei i 3 migliori?

Più che nei “rimedi naturali” credo nei benefici dell’alimentazione “naturale”: molti studi hanno dimostrato la presenza di sostanze“nutraceutiche” in alcuni cibi, ossia sostanze dotate di proprietà benefiche e protettive per l’organismo. Tra queste, ritroviamo gli “Omega 3 ed Omega 6”, acidi grassi presenti nella frutta secca, nei legumi, nell’olio d’oliva, nel pesce, che hanno un’azione protettiva sul sistema cardiovascolare, riducendo i livelli di “colesterolo cattivo” nel sangue. Molti benefici si ricavano anche dal “licopene”, una sostanza contenuta nel pomodoro e dotata di forte azione antiossidante e antitumorale. Ancora, il “resveratrolo” è una sostanza presente nel vino rosso che funge da potente antiossidante ed è in grado di prevenire malattie cardiovascolari.

Siamo nel 2020: quale incredibile notizia sulla salute vorrebbe sentire al Tg?

Le cellule staminali rappresentano la nuova frontiera della medicina e la speranza di combattere malattie prima incurabili. Nel 2020 mi piacerebbe pensare di poter curare qualsiasi malattia grazie a questa potentissima “arma biologica”.

Cosa pensa dei rimedi omeopatici?

L’omeopatia è una medicina alternativa la cui validità non è mai stata dimostrata mediante esperimenti o ricerche. Per questa ragione, sono piuttosto scettica a riguardo.

Tutti vogliono sapere come dimagrire e come perdere peso velocemente: che consigli darebbe?

Premetto innanzitutto che la riduzione di peso ideale deve essere graduale e duratura. Dimagrimenti troppo bruschi comportano, infatti, anche una perdita di massa magra e muscolare e non sono quindi raccomandabili. Il modo più salutare per dimagrire è certamente quello di privilegiare carboidrati integrali, cibi ricchi di proteine e poveri di grassi, accompagnati da verdura di stagione “a sazietà” e da un frutto a fine pasto. Non va sottovalutato lo sport: 30 minuti di attività fisica al giorno (anche una semplice passeggiata all’aperto) contribuiscono a mantenerci attivi e a farci vivere più a lungo!

Qual è la sua ricetta per stare bene?

Uno stile di vita attivo e ad una sana alimentazione basata sulla Dieta Mediterranea, il più possibile varia ed equilibrata nella scelta dei cibi, sono la mia “ricetta” per vivere meglio e più a lungo. E ricordate che il termine “dieta” non è sinonimo di “sofferenza”. “Dieta” vuol dire letteralmente “modo di vivere” e deve al tempo stesso soddisfare il gusto e contrastare gli squilibri nutrizionali.

Share