Altre Notizie

Allison Owens: autopsia risultato

Continuano le indagini da parte delle autorità competenti per capire quanto sia veramente accaduto a Allison Owens, la studentessa americana trovata senza vita in un fosso a bordo strada nei pressi di San Giovanni Valdarno, nei pressi della strada SS69 che porta a Montevarchi. La 23enne si trovava in quella zona perchè faceva jogging.

Le autorità competenti hanno eseguito l’autopsia sul corpo della ragazza. I risultati hanno confermato l’ipotesi fatta in precedenza che vedeva Allison investita da un pirata della strada. “Entrambi i periti concordano che l’evento di morte è riconducibile a un incidente stradale”, queste le parole di Valentino Durante, il legale della famiglia di Allison Owens.

Sul corpo della ragazza non ci sono “altri segni di violenza precedente”. L’autopsia è durata circa tre ore e mezza. Ad operare su questa vicenda sono il pm Marco Dioni, il medico legale il dottor Gabrielli di Siena e il perito nominato dalla famiglia della ragazza, Antonino Caputo.

I carabinieri hanno dunque iniziato la ricerca al pirata della strada. Dalle ultime fonti sembrerebbe che le autorità competenti siano alla ricerca di una Volvo scura, che viene cercata in tutte le carrozzerie della zona.

Alcuni testimoni hanno dichiarato di aver sentito la sgommata di una macchina e poi delle grida. I risultati di una tac “totaAllison Owens: autopsia risultatol body” hanno dato alla luce che Allison a causa dell’impatto violento con l’auto, aveva un’unica frattura alla testa.

Inoltre sul corpo sono state trovate anche schegge di vetro e questo confermerebbe l’impatto con un autoveicolo.