Michael Douglas: tumore diagnosticato tardi

E’ comprensibilmente arrabbiata Catherine Zeta Jones per il ritardo con cui, a suo dire, è stato diagnosticato il tumore alla gola a suo marito, Michael Douglas. Pare che il celebre attore soffrisse da mesi di mal di gola e mal di orecchi, e che si fosse rivolto più volte ai medici per comprendere quale fosse la causa del suo malessere.

C’è voluto del tempo prima che la diagnosi, drammatica, facesse emergere la verità: e in queste cose, come si sa, diagnosticare la malattia prima possibile costituisce un importante spartiacque tra la guarigione e l’avanzare della malattia.

Se la Zeta Jones si lamenta per la scarsa professionalità dei medici, il marito è più concentrato sul combattere la sua malattia che pare sia stata favorita dall’abuso che da anni la stella di Hollywood fa di alcol e sigarette.

Douglas è comunque convinto di riuscire a sconfiggere la malattia. I medici gli hanno assicurato che ha l’80% di possibilità di superarla, ed è già stato dato il via al ciclo di chemio e radio terapia per aggredire il male. La speranza di Michael Douglas è quella fra 8 settimane di poter aggiornare il proprio bollettino medico annunciando al pubblico che lo ama di aver avuto la meglio sul male.

Share