Pasquetta col brivido, in Calabria e non solo

Pasquetta col brivido, in Calabria e non soloE’ stata una Pasquetta all’insegna delle temperature rigide, a Reggio Calabria e non solo. Un po’ tutto il Sud, abituato a temperature più primaverili quando la Pasqua cade nella prima settimana di Aprile come quest’anno, ha dovuto fare i conti con gite fuori porta poco temperate. In particolare a Reggio Calabria, quando ci si è svegliati per partire per la consueta gita di Pasquetta, si è capito subito che il meteo non sarebbe stato clemente. Pioggia, freddo e tempo nuvoloso hanno contraddistinto la giornata, e solo chi proprio non ha voluto rinunciare alla tradizione ha infilato jeans e scarpe da ginnastica per un bel pic nic, tra un brivido e un ombrello. Anche in Puglia la situazione non è stata molto divera, ma in questo caso almeno la pioggia ha dato un po’ più di tregua. Sole però pochissimo, con Bari sferzata anche da un vento gelido che certo non aiutava a percepire una temperatura più bassa. Ne ha beneficiato il traffico, che sulle principali strade statali e sull’autostrada Salerno – Reggio Calabria è stato regolare. Insomma chi si è mosso quantomeno è stato premiato con poche code. Chi ha preferito rimanere in città nei ristoranti o a casa, ha avuto per lo meno il piacere i poter gustare i piatti tradizionali locali con maggiore intensità, considerato che vino rosso, cibi piccanti e saporiti, sono sicuramente più apprezzati con le temperature rigide. Il gelato invece nella maggior parte dei casi è rimasto un capriccio dei bambini, gli adulti per il momento hanno preferito un buon digestivo alle erbe o un dolce tipico pasquale, cioccolato compreso.

Share