Medicina

Crescione d’acqua: arma contro i tumori

Secondo i ricercatori dell’Università di Southhampton (Gran Bretagna) il crescione d’acqua, un vegetale commestibile, potrebbe avere un ruolo importante in futuro nella cura dei tumori.

La conclusione è giunta al termine di una ricerca condotta e diretta dal professor Graham Packham e pubblicata sul “British Journal of Nutriton”. Pare che chi ha mangiato il crescione d’acqua, monitorato, abbia mostrato un blocco della proteina 4E, con conseguente blocco delle cellule infette grazie a i fitonutrienti in essa contenuti.

Ovviamente i ricercatori sono cauti e non vogliono si gridi alla scoperta miracolosa, ma sono convinti di essere sulla strada giusta per individuare cure alternative efficaci e di avere a disposizione da oggi una nuova arma contro il cancro.

D’altra parte già dai detti popolari il crescione d’acqua era definita l’insalata che guarisce: e si sa che la cultura popolare raramente sbaglia.