Associate legumi e cereali: i consigli della dott.ssa Laura Savoia

Oggi abbiamo il piacere di ospitare una interessante intervista alla dott.ssa Laura Savoia, Biologa Nutrizionista.


Il suo ambito di competenze prevede la proposta di uno stile alimentare sano ed equilibrato su stampo mediterraneo, con l’obiettivo di migliorare il proprio rapporto con il cibo nel mantenimento di un buono stato di salute e possibilmente nella prevenzione. Si occupa di tutte le fasce di età, bambini, adulti e anziani; di stati fisiologici femminili, quali gravidanza, allattamento e menopausa, di sportivi, di soggetti allergici e di persone con patologie metaboliche già diagnosticate.

Qual è il suo rapporto con la salute e il benessere al di fuori della sua professione?

Sono mamma da pochi mesi e le mie conoscenze in ambito salutistico mi impongono una certa attenzione nelle scelte alimentari e non solo legate al cibo, sia per me sia per la mia famiglia; tuttavia, non disdegno uno sporadico strappo alla regola per il piacere della convivialità quando questo lo impone.

I suoi pazienti: quali sono le loro necessità più frequenti?

Prevalentemente sono persone che desiderano tornare al loro peso forma, ma l’attenzione alla salute è un tema estremamente attuale e molti richiedono il mio intervento anche come forma di prevenzione.

Dieta vegetariana e vegana: maggiori i pro o i contro?

Personalmente non amo questi due regimi, poiché non mi piacciono gli stili alimentari che comportino rinunce così drastiche e savoia lauradurature nel tempo. Mi piace che l’alimentazione sia varia e che comprenda anche le proteine animali in tutte le fasce di età e condizioni fisiologiche nelle giuste proporzioni, senza comunque esagerare. Certamente non devono mancare le proteine vegetali che possono sostituire in parte quelle animali con i dovuti accorgimenti, per esempio associando i legumi con i cereali per ottenere proteine di maggiore valore biologico. I pro di entrambi i regimi sono da ascriversi a un maggiore effetto depurativo, ma è importante riuscire a bilanciare bene tutti i nutrienti per non incorrere in carenze, per esempio di vitamina B12, soprattutto nei vegani, e per non cadere in un’alimentazione che può diventare monotona se la si limita sempre agli stessi alimenti.

Crede nei rimedi naturali?

Ippocrate diceva: “Fa che il cibo sia la tua medicina e la medicina sia il tuo cibo”. Credo di non dover aggiungere altro!

Siamo nel 2020: quale incredibile notizia sulla salute vorrebbe sentire al TG?

Beh il male del secolo, purtroppo, è il cancro, che miete continuamente e sempre maggiormente vittime di tutte le età e in tutto il mondo. Purtroppo la mutazione cellulare è un qualcosa che intrinsecamente appartiene alle cellule del nostro organismo, ma finché tutto funziona bene, il peggio è scongiurato e il nostro organismo è capace di riparare gli errori che rendono la cellula “impazzita”. Il problema sorge quando gli insulti ambientali sono superiori alla capacità cellulare di riparare i danni da questi recati o quando i nostri sistemi di riparazione non funzionano più. Dunque, mi piacerebbe che fossero curabili in via totalmente risolutiva tutte le tipologie di questo male e non solo alcune se prese in tempo o quanto meno mi piacerebbe sentire che la nostra società sia riuscita a ridurre al minimo l’effetto che l’ambiente, ormai inquinato a tutti i livelli, ha sullo sviluppo del cancro.

Cosa pensa dei rimedi omeopatici?

Mi piace l’approccio olistico della medicina omeopatica, tuttavia, credo che la medicina tradizionale sia più indicata al trattamento terapeutico delle patologie.

Tutti vogliono sapere come dimagrire e come perdere peso velocemente: che consigli darebbe?

Una perdita di peso repentina si associa spesso a un rapido riacquisto dei chili persi, soprattutto quando le diete sono fatte con il metodo fai-da-te che inducono un calo di peso più per deperimento, cioè per perdita della massa muscolare, che per dimagrimento, cioè per perdita di massa grassa. Molto spesso, infatti, le persone sottovalutano la composizione corporea sopravvalutando il numero scritto sulla bilancia. Il mio consiglio è di mangiare di tutto un po’, facendo del mangiare sano, bilanciato e di qualità un modus vivendi e non un qualcosa di temporaneo che ha come unico scopo la perdita di chili in eccesso per potersi successivamente dedicare di nuovo a uno stile alimentare sregolato. Inoltre, non bisogna dimenticarsi di svolgere una regolare attività fisica.

Qual è la sua ricetta per stare bene?

La mia ricetta comprende la cura del corpo, della mente e dello spirito. Cura del corpo, mediante cibo sano e di qualità nonché dieta equilibrata, meglio se in compagnia di amici e di parenti; regolare attività fisica e cure estetiche senza manie eccessive; cura della mente: buone letture, stimolanti e rilassanti; cura dello spirito: ognuno secondo la propria fede.

Ti è piaciuto l'articolo?
Valutazione
[Total: 0 Average: 0]
Share

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.